Salewa Headquarters

 

Salewa Headquarters

La nuova sede degli Headquarters internazionali Salewa risponde alle condizioni di luogo ai confini tra città e natura corrispondente al bisogno di nuovi spazi di lavoro e di interazione sociale; uno strumento di comunicazione tra un’azienda e la sua rete di fornitori, collaboratori, clienti: essa soddisfa un desiderio più profondo di un luogo ospitale, capace di assolvere alle diverse richieste della vita quotidiana ed al contempo di interpretare quella condizione di “lunga durata” che caratterizza il rapporto tra uomo e paesaggio. La visione del sito dall’autostrada richiede un segno forte, unitario, ma capace di reagire in maniera interessante con la dimensione dinamica del movimento automobilistico. Risultano fondamentali i rapporti con i diversi elementi circostanti: l’autostrada, vero e proprio punto di vista dinamico e globale dell’intervento; lo scenario naturale dei campi a sud e delle montagne a nord, gli accessi al lotto dalle aree urbane. In questa rete di segni esistenti si inseriscono gli elementi del progetto, instaurando una sincronia tra le diverse parti del progetto che da un lato ottimizza l’efficienza e i flussi interni ed esterni, dall’altro esalta i caratteri del luogo e propone l’intervento come nuovo punto di interesse della città. Lo schema progettuale proposto organizza gli accessi all’edificio in modo da ottimizzare il rapporto con i diversi pubblici che lo usano e minimizzare il disturbo reciproco tra i flussi. Il progetto non è solo l’organizzazione delle diverse parti funzionali dell’edificio, ma anche la creazione del loro rapporto reciproco e di quello tra loro e gli spazi aperti di pertinenza. Un edificio produttivo vive di due realtà strettamente correlate: quella di “macchina” funzionale e quella di luogo di lavoro conviviale. A queste se ne aggiunge una terza, quella di essere immagine e luogo di relazione con il pubblico, condensatore fisico dell’immagine dell’azienda e della sua attitudine nel produrre manufatti per la vita dell’uomo. Il progetto traduce lo schema funzionale indicato dalla committenza in una sequenza di spazi aperti pubblici e privati che organizzano i volumi edilizi. Trovano luogo a nord il volume delle torri con gli uffici e lo showroom; a est la palestra di roccia; a sud i magazzini. Lo spazio pubblico in direzione sud diventa il cuore verde del complesso, mediando le viste lunghe sul paesaggio agricolo a sud con la città e le montagne a nord. Lo spazio verde centrale. Al quinto piano trova collocazione l’asilo nido. Questa struttura è concepita per ospitare 10 bambini ed è costituita da spazio d’ingresso, area giochi di gruppo, servizi igienici, area riposo e piccola cucina. L’asilo si affaccia sul lato nord e ovest dove è protetto dalla lamiera forata; è dotato di uno spazio esterno recintato per il gioco posto sul giardino pensile al terzo piano. E’ accessibile dalla hall principale dell’edificio e dal parcheggio interrato. Sul tetto del magazzino un giardino pensile scavato nella copertura mette in rapporto la torre ad uffici con il paesaggio circostante. Visibile da tutti i piani, esso dona qualità ambientale agli ambienti di lavoro e costituisce un luogo di relax nei mesi caldi. Questo spazio aperto inerbito può diventare una location per eventi oltre ad essere il collegamento diretto alla via di fuga della torre Est. Nell’area verde rivolta verso i campi è localizzato il bistrot. Questo si pone non solo come luogo di relax e svago per i dipendenti Salewa e tutti coloro che sono relazionati all’azienda: è infatti un punto di interesse posto lungo il flusso che collega l’area urbana a quella dei campi. L’edificio usa una palette di pochi e semplici materiali che alludono alla forte sensibilità nei confronti della natura e dell’ambiente che caratterizza la filosofia Salewa. Tutte le coperture e le pareti dei volumi sono rivestite in pannelli di allumino forato con spessore di 3mm in diverse sfumature di colore, nella gamma dei colori freddi che richiamano il mondo della montagna e dei paesaggi alpini. Questi pannelli oltre che un paramento estetico svolgono anche la funzione di brise soleil in quanto avvolgono l’edificio prevalentemente sul lato sud ed ovest. La loro disposizione può generare effetti di “sfumato” nelle superfici e può dosare la luce da sud e da ovest secondo le necessità dei diversi ambienti interni. La geometria del complesso, che si ispira e reinterpreta quella delle pareti rocciose e la tensione dei volumi a slanciarsi verso l’alto conferiscono ai nuovi Headquarters il ruolo di landmark nel contesto urbano e naturale in cui si inseriscono in un territorio allargato.

Foto di Andrea Martiradonna

SCHEDA TECNICA
I Criteri di valutazione Clima Hotel

NATURA
Efficienza involucro: CasaClima B 45,09 KWh/mqa. Efficienza complessiva: indice di emissione di CO2: 18,26 Kg CO2/ mqa; impianti a fonti rinnovabili: impianto fotovoltaico 380 kWp.
Efficienza illuminazione: lampade con efficienza energetica >50lm/W; gestione automatizzata della luce artificiale; regolazione dell’intensità dell’illuminazione artificiale in funzione della luce naturale.
Gestione dei rifiuti: presenza di sistemi per la raccolta differenziata per i collaboratori; utilizzo di tazze in ceramica per le macchinette del caffè e uso di bottiglie per le bibite di vetro a rendere
Ciclo dell’acqua: indice di miglioramento impatto idrico: 43%. Mobilità sostenibile: posti bici al coperto per i collaboratori e all’esterno per i visitatori; presenza di docce e spogliatoi per i collaboratori.
VITA
Comfort: fattore medio di luce diurna uffici con permanenza continua di personale >2%; prestazioni di fono isolamento: isolamento di facciata normalizzato rispetto al tempo di riverberazione D2m,nT,w = 42dB.
Accessibilità: presenza di spazi di utilità e di svago per i collaboratori (asilo nido, cucina, bistròt, palestra, parco);
Qualità dell’aria: VMC (Ventilazione Meccanica Controllata) in tutti i locali.
TRASPARENZA
Costi: analisi costi/benefici delle soluzioni illuminotecniche adottate.
Gestione: monitoraggio mensile dei consumi energetici.

Comunicazione: programma di formazione del personale sulle tematiche ambientali della struttura.