Eco-wellness

Il mare diventa elemento naturale che accompagna la nostra voglia di divertimento o al contrario l'esigenza di un po' di intimità
Il mare, più di ogni altro elemento naturale, è camaleontico, in grado di esaltare sensazioni di divertimento e vitalità o al contrario accompagnare la voglia di un po’ di intimità. Basti pensare da un lato al mare in piena stagione estiva e dall’altro al mare in burrasca, nelle fredde giornate invernali. Il progetto parte proprio dal presupposto di seguire e valorizzare i ritmi della natura conciliandoli con quelli dell’uomo che deve viverla. Nell’alternarsi delle stagioni, il mare deve essere vissuto attraverso tutte le sue potenzialità. La pianta scelta per il progetto diventa simile a quella organica dei coralli, pianta naturale che rievoca la smaterializzazione dei volumi trasformandoli in volumi fluidi e accessibili; con la stessa motivazione viene pensato un sistema frangisole che produca ombre continue durante il giorno e che durante la notte segua i movimenti della luce. Il progetto sviluppa tre aree:la zona bar/ristoro, la zona mare e la zona wellness. Volumi chiusi si alternano a volumi rarefatti per attività in cui l’apertura con l’esterno è essenziale. I materiali utilizzati per tutto il progetto sono perlopiù riciclati e riciclabili come il percorso pedonale in listoni di Woodpiker, composti da legno e plastica riciclata. La reception dello stabilimento viene pensata con una forma a spirale che permette di accogliere anche una zona deposito, in struttura leggera e parete ventilata con rivestimenti in legno scuro; con le stesse caratteristiche tecniche e funzionali viene pensata la zona bar e ristoro. Le cabine, posizionate in modo da valorizzare l’accoglienza dello stabilimento, sono in muratura tradizionale con pavimentazione in mosaico di marmo, le porte sono realizzate con il prodotto “Bottles” in grado di realizzare anche pareti curve. La zona wellness è caratterizzata da cupole che si aprono sul volume centrale, tutta in legno naturale chiusa in parte da frangisole e in parte da un telo nautico bianco. Gli spazi, adibiti alla totale ricerca del relax durante il giorno, di sera si trasformano in spazi per feste, incontri e piccoli ricevimenti.Una costruzione dalla pianta a spirale accoglie una mini SPA con docce emozionali e tonificanti e sala massaggi . Per l’illuminazione si sono scelti dei corpi illuminanti bassi con luce diffusa. Una serie di wall-washer (Radius di Iguzzini) , definiscono i volumi cilindrici verso l’esterno.

Testo di Barbara Piccolo