Echi interiori

Re-inventare gli ambienti perché siano speculari alla personalità di chi li abita, perché funzionalità e confort favoriscano il benessere psico-fisico di chi li vive, queste le esigenze realizzate da questo intervento di ristrutturazione di una villa sul litorale romano. In una prospettiva di sostenibilità e rispetto non solo ambientali ma anche individuali, si inserisce naturalmente la scelta di aderire ai nuovi principi di un’architettura ecocompatibile, e di utilizzare l’innovazione tecnologica in direzione degli standard dettati dalle opportunità di risparmio energetico e del basso impatto ambientale. Non solo eco-sostenibilità, ma anche possibilità di rendere la natura parte integrante della casa, in una continuità tra interni ed esterni terapeutica e distensiva per la mente. Nel ripensare la zona giorno, l’architetto allarga gli ambienti pre-esistenti in un grande open space che ne racchiude le funzionalità. Ingresso, living, pranzo, cucina si succedono con continuità, senza interruzioni, restando allo stesso tempo ambienti ben inseriti e delimitati. L’utilizzo del parquet di colore chiaro in tutta la zona giorno permette di perseguire questa finalità, uniformando e creando fluidità tra gli spazi, e intensificando la luminosità degli interni, complici le ampie vetrate. La disposizione degli interni e la raffinata semplicità degli elementi d’arredo, dominati dal bianco, consentono di sfruttare appieno la luce naturale, utilizzando semplicemente, come sistemi di illuminazione artificiale, una serie di piccoli punti luce a basso consumo ed un unico, scenografico, corpo illuminante a sospensione sopra il tavolo. La casa, in posizione ottimale per esposizione al sole, è favorita dalla luce naturale per gran parte della giornata, risorsa che consente un notevole risparmio energetico. In estate le grandi finestrature permettono di arieggiare gli interni attraverso un naturale ricircolo d’aria, e, aprendosi sul giardino, offrono la percezione del verde esterno come completamento dello spazio interno. Sfruttando le altezze della copertura a falda del tetto è stato possibile realizzare un soppalco, al quale si accede attraverso un corpo scala dal living, dove è stata ricavata un’area dedicata al relax. La zona notte si distingue in particolare per la composizione delle stanze da bagno, realizzate perseguendo criteri di funzionalità e cura del design, con rivestimenti in mosaico di vetro color ocra/avorio, che donano luminosità all’ambiente attraverso riflessi e suggestivi giochi di luce.

Testo di Giulia Seraghiti
Foto di Vito Corvasce

Intervento: Ristrutturazione abitazione privata
Luogo: Anzio (RM)
Progettisti: Giuseppe Loria
Collaboratori: Giulio Godente (Progetto Domus)
Committente: privato
Anno di redazione: 2008
Anno di realizzazione: 2010
Costo: Euro 300.000,00
Imprese esecutrici: SER srl – società edilizia romana
Imprese fornitrici: Oikos (porta blindata), De Carlo Spa (infissi esterni), Ghizzi e Benatti (porte interne), Gazzotti (parquet), Bisazza (mosaici), Olivari (maniglie), Artemide e Cartland (illuminazione)
Dati dimensionali: 200 mq (interni), 400 mq (esterni)
Caratteristiche tecniche particolari: attenzione particolare ai materiali costruttivi ed alla relazione con gli spazi esterni