Glamour beach

Una doppia pensilina ad anello per inquadrare il paesaggio nell'ottica di una progettazione balneare fotografica
La definizione di “stile balneare” può nascondere la grossolana concezione di svariati elementi che si uniscono in molteplici situazioni e modalità in un senso del progettare dove ogni scelta è pericolosamente lecita. Da qui la visione di filari di ombrelloni, cabine e spiagge posizionate a caso sul nostro litorale, del tutto slegate le une dalle altre; un vero e proprio disordine visivo e progettuale caratterizza il paesaggio. L’idea del progetto è proprio quella di ricercare i segni minimi essenziali che facciano da trait d’union di tutto lo stabilimento balneare. Il segno forte che rappresenta e comprende tutta l’area è rappresentato da una pensilina doppia ad anello che avvolge le diverse parti dello stabilimento in un’unica cornice visiva. Il progetto arriva ad assumere uno stile essenziale lontano da ogni velleità, eliminando ogni elemento di disturbo. Vuoti e pieni, superfici e trasparenze caratterizzano i volumi. Le aree principali dello stabilimento sono tre: un’area giardino che dà accesso allo stabilimento; l’area pensilina che è il cuore del progetto e un’area spiaggia dove si trovano gli ombrelloni solari. La stessa zona della pensilina viene suddivisa in aree dove sono presenti un lounge bar e un’area ristorante caratterizzata da pareti in vetro. Adiacenti a esso ci sono gli ambienti destinati alla cucina con banco bar che gira intorno al ristorante stesso penetrando la vetrata e creando un unicum visivo. Nell’area spogliatoi sono pensati i servizi igienici mentre nella parte opposta all’area di accesso ci sono gli alberi doccia ossia docce multi-utenti in quanto da un unico stelo doccia si dispiegano quattro erogatori posti a diverse altezze. Per ciò che riguarda l’illuminazione si è scelto di inserire faretti a led inseriti nella struttura. Ombrelloni e lettini vengono dotati di pannelli fotovoltaici che permettono di sfruttare al meglio la luce del sole. In serata l’ombrellone/lettino si chiude a guscio o può essere sfruttato come lampada per i fruitori della spiaggia notturna. Legno in listoni da parquet, mosaici in ceramica, acciaio sono tutti materiali che rievocano la dimensione marinaresca nell’ottica di un’estrema semplicità.

Testo di Barbara Piccolo